• Homepage
  • Viaggi
  • Italia
  • Vacanza in crociera con i bambini. Mare profumo di mare in stile #loveboat

Vacanza in crociera con i bambini. Mare profumo di mare in stile #loveboat


Diario di bordo di una vacanza che sarebbe dovuta essere "on the road", ma che si è trasformata in un last minute "on the sea".

                                                                        Starring: Leo&Lea (6 e 4 anni) con Mà&Pà (dati non pervenuti).

Complici diversi imprevisti di lavoro e tanta stanchezza, Mà&Pà si lasciano convincere da amici entusiasti a curiosare sul web alla ricerca di una vacanza mai presa in considerazione: la CROCIERA nel Mediterraneo Occidentale a bordo di Costa Fascinosa

Siete pronti a levare le ancore e a salpare con noi? Allora... avanti tutta!

GIORNO 1 - Savona, imbarco

Ci basta entrare nel porto di Savona per intuire la rodatissima organizzazione per le procedure di imbarco. In poco più di mezz'ora passiamo dalla macchina alla nave semplicemente col bagaglio a mano, a tutto il resto, pensano loro.

Alle 17, assistiamo alla partenza dal balcone della nostra cabina, un piccolo regalo che ci siamo concessi di cui non ci siamo mai pentiti: che meraviglia poter vedere di notte la luna che si riflette nel mare nero e aprire gli occhi all'alba con un panorama ogni giorno diverso!

A bordo - La cabina: tutto quello che puoi desiderare in pochissimo spazio. Tranne 2 piani superiori dello stesso letto a castello per fratelli litigiosi!

Lo spazio in camera è ottimizzato nei minimi dettagli per riporre vestiti e valigie e potersi muovere coni una certa libertà e il massimo confort, perfino nel minuscolo bagno.

GIORNO 2 - Barcellona

Si comincia con una pantagruelica colazione al buffet (quelli appena imbarcati si riconoscono in base all'altezza della piramide di cibo sul piatto inversamente proporzionale ai giorni di navigazione) e si prosegue esplorando la nave, i suoi ponti, le piscine (3 + diversi idromassaggi riservati agli adulti), il parco giochi col vascello e il castello e gran finale la piscina-isola del tesoro di Nonno Pig. Eh già, perché per la gioia di tutti i bambini Peppa Pig viaggia con noi in carne e ossa e chi lo desidera può pranzare con lei assieme a mamma e papà o andare a divertirsi nella sua sala giochi.

Ore 14, in perfetto orario si scende al nuovissimo terminal crociere di Barcellona.

Ad attendere i turisti c'è un piccolo chiosco di informazioni turistiche sulla città, i pullman pronti per le escursioni organizzate e prenotabili a bordo, i taxi e il bus di linea che ci accompagna velocemente all'inizio della Rambla e a 2 passi dalla metropolitana.

La sosta non è lunga, 4 ore, e rinunciamo a voler vedere tutto a tutti i costi. 

Una visita, seppur solo dall'esterno, è doverosa a lei, la regina della città: la Sagrada Familia

Ce la faranno i nostri piccoli eroi a percorrere a piedi i 6 km che ci separano dal porto? Sì, se è una magnifica giornata di sole con il giusto venticello, la strada un po' in discesa e ci sono magnifici vialoni con marciapiedi larghissimi su cui correre liberi, stradine misteriose del Barri Gòtic, la bellissima piazza della Cattedrale dove rincorrere bolle di sapone e infine la Rambla, così alberata, allegra e piena di gente in vena di far festa.

Barcellona è sempre una piacevole riconferma, una città allegra, ospitale, a misura d'uomo e... di bambino!

 

   
                                                                                                     Grazie a Mammaocchiuacuore per l'outfit!
A bordo - L’isola del tesoro di Nonno Pig, la piscina più ambita della nave

GIORNO 3 - Ibizaaaaa

Grazie ai preziosi consigli della gentilissima Elena, The Yummy Mom, appena sbarchiamo a terra prendiamo un taxi e ci facciamo portare alla meravigliosa spiaggia di Ses Salines, battendo tutti sul tempo e ammirandola ancora deserta in tutta la sua bellezza. 

Che festa per i bambini correre e sguazzare in tutta sicurezza, Leo fa la sua prima esperienza di snorkelling divertendosi a cercare pescioloni a 2 passi dalla riva!

Quando lo stomaco inizia a reclamare, decidiamo di risalire su un taxi (ne passano spesso) e dirigerci alla spiaggia di Talamanca, raggiungibile a piedi dall'attracco della nave. 

Ci accomodiamo a un tavolo sotto una palma a circa... uhm... 10 metri dalla riva. Dopo 2 ore di tapas y cerveza iniziamo a domandarci se forse forse non valga la pena di provare a perdere la nave.

Nonostante la tentazione torniamo a bordo e usciamo dopo cena per un giretto serale a Eivissa, la capitale dell'isola, il bus di linea è già nel parcheggio del porto che ci aspetta.

La città vecchia è davvero una scoperta deliziosa!

Il porto con i suoi yacht, i locali cool lungo la sua banchina, gli spettacoli di strada e poi stradine piene di originali negozietti che ti portano fino alla scalinata per la rocca, un piccolo presepe racchiuso tra le mura di cinta dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’’UNESCO.

T-shirt Mammaocchiacuore #potachemuro. Anche le Mura di Bergamo sono candidate ad entrare nel Partimonio dell'Umanità dell'Unesco.

t-shirt #potachemuro di Mammaocchiacuore. Anche le Mura di Bergamo sono candidate ad entrare nel Patrimonio dell'Unesco

Allo scoccare della mezzanotte i Cenerentoli tornano esausti in taxi (non siamo miliardari, i taxi in Spagna costano relativamente poco per una famiglia di 4 persone). Gli occhi si chiudono ammirando la rocca illuminata...

GIORNO 3 - Maiorca

... e si riaprono quando le coste di Maiorca sono ormai vicine e ben visibili!

Questa volta il taxi ci porta a Palmanova, graziosa cittadina a 12 km da Palma, molto consigliata per famiglie con bambini. Infatti la spiaggia è in gran parte libera e ben attrezzata, il mare cristallino con fondale basso, alle sue spalle una passeggiata e tanti locali e negozi.

Ma il nostro spirito irrequieto scalpita per cercare qualcosa di più "esotico" così ci dirigiamo a Puerto Portals, un elegante porto turistico a 5 minuti di taxi.

Seguendo una stradina tortuosa dietro alla rimessa della barche, appare all'improvviso platja des'Oratori, un piccolo paradiso caraibico con un'isoletta sullo sfondo e un chiringuito ben fornito. E ancora mare, spiaggia e snorkelling.

Dopo cena decidiamo di andare a teatro. Percorsi i circa 50 passi che lo separano dal ristorante, ci sediamo su comodi divanetti e assistiamo a un musical a cui non manca nulla: canzoni dal vivo, 8 ballerini 8, cambi di scena, cambi d'abito, palchi rotanti e perfino 2 acrobati. Ogni sera uno spettacolo diverso e sempre organizzato con la massima professionalità.

GIORNO 4 - navigazione, ovvero: Looooveboat! (Musica di sottofondo consigliata: “mareprofumodimare” in loop ossessivo)

                          Oggi si naviga e c’è una sorpresa per Leo& Lea: una giornata da Principessa e da Capitano!

A bordo - Silenzio, prego. Set fotografico in corso. Ed è subito Loveboat

Il programma prevede per le Principesse una sessione di trucco e parrucco, per non parlare dello smalto, coroncina, merenda e sfilata sul ponte principale dove non c'è stato neanche bisogno ingaggiare pubblico pagato, tutte le mamme-nonne-zie e potenziali tali infatti squittivano commosse al passaggio di queste emozionatissime batufolette di tulle colorato..

I Capitani invece, una volta vestiti con uniforme bianca, galloni e cappello d'ordinanza, iniziano a studiare carte nautiche e bandiere, spingendosi sul ponte più alto con i binocoli in cerca di balene da avvistare.

Questa è anche la serata di Gala, tutti sono in gran spolvero, le signore finalmente hanno l'occasione di sfoggiare il vestito delle grandi occasioni, i camerieri servono in frack la cena speciale elaborata appositamente da Bruno Barbieri  che Mà&Pà si godono romanticamente poiché i nostri eroi sono impegnati nelle rispettive cene da Capitano e Principessa.

Siore e siori, rullo di tamburi e buio in sala, parte il gran ballo! Ogni Principessa ballerà col suo Papà-principe, ciascun Capitano inviterà la sua Mamma-dama a volteggiare leggiadramente.

GIORNO 5 - Palermo

Rimettiamo piede sul suolo italiano e veniamo circondati da ogni tipo di offerta per visitare la città: a piedi, sul trenino, in taxi, a cavallo, forse anche in spalla, ma anche questa volta abbiamo le idee già chiare. Taxi e spiaggia a Mondello.

Palermo – spiaggia di Mondello, chettelodicoafare?

Che acqua cristallina, che panorama, che temperatura già perfetta alle 10 di mattina! Stiamo in ammollo per 4 ore, poi decidiamo a malincuore di ritornare in città, non possiamo certo perdere l'occasione almeno di "assaggiarla" nelle poche ore che ci rimangono. E così si passa da Palazzo dei Normanni, si visita la meravigliosa Cattedrale, ci si ristora con cannoli e granita di gelso, si curiosa tra i negozi di ceramiche e le botteghe dei Pupi e ci si impressiona davanti al maestoso Teatro Massimo (il più grande d'Italia).

Il tempo a disposizione volge al termine, quale ingresso più trionfale al porto se non a bordo di un calesse dopo un brevissimo giro turistico?

GIORNO 6 -Napoli

Napul'è... Napule! 

Levataccia (sbarco ore 7.30) e poche ore a disposizione per godersi questa città unica.

La nave parcheggia praticamente in centro, 5 minuti a piedi e si raggiunge il Maschio Angioino (attualmente un enorme cantiere causa lavori della metropolitana), 10 e sei alla galleria Vittorio Emanuele, semi-gemella di quella milanese. Decidiamo di prendere la funicolare centrale lì a 2 passi e di salire al Vomero. Una volta scesi giriamo a sinistra alla scoperta di Villa Floridiana e del suo spettacolare balcone panoramico. Pellegriniamo alla ricerca di Castel Sant'Elmo, da cui si gode una splendida vista dell'intero Golfo di Napoli. Il male ai piedi inizia a farsi sentire, chiediamo dunque consiglio per trovare la via più breve per arrivare ai Quartieri Spagnoli. Lo volete proprio sapere? A PIEDI percorrendo la Pedamentina di San Martino discesa a gradoni suggestiva e incredibilmente silenziosa, ma con 32 gradi all'ombra e un paio di zeppe tacco 10, non vi dico la gioia a rotol... ehm... scendere da lì! 

La discesa prosegue per il quartiere Montecalvario (e ho detto tutto), dove ormai la fede vacilla, ma... ma... lì, proprio lì, in mezzo ai motorini in discesa libera che sfrecciano da tutte le parti, i panni gocciolanti stesi in strada, le canzoni dei cantanti neomelodici che escono dalle finestre aperte dei bassi, i favolosi banchi delle pescherie, dove polpi ancora vivi e vegeti cercano di evadere tentacolarmente dalle scatole in cui sono rinchiusi... dicevamo, proprio lì ti senti all'improvviso felice e curioso come un bambino e si rinnovano le energie per arrivare alla stra-meritata pizza da Di Matteo ... 'Na favola, signò!

Il tempo stringe, ma in questa città viaggiare coi mezzi è complicato, tanto che alle volte ci si mette meno a piedi e così ci troviamo a dover trottare di gran carriera verso il porto. 

Il Vesuvio ci saluta e ci accompagna all'uscita del porto, Ischia, Ponza e tante altre isole ci fanno compagnia nel nostro ultimo pomeriggio a bordo. Cliegina sulla torta un branco di delfini viene a salutarci al tramonto.

GIORNO 7 - Savona, sbarco

Ci siamo, proviamo a rinchiuderci negli armadi per non farci trovare, ma alla fine ci rassegniamo, ci godiamo l'ultima colazione e attendiamo il nostro turno. Siamo infatti più di 2000 persone a sbarcare, ma sapientemente suddivisi in fasce orarie, scendiamo rapidamente e troviamo i nostri bagagli, lasciati fuori dalla cabina la notte precedente, ad attenderci sul molo vicino alla macchina. Anche qui, meno di mezz'ora e siamo fuori dal porto, questa volta con una valigia piena di meravigliosi ricordi, siamo sicuri che sarà solo un arrivederci!

                           ******************************************************************

Vi lasciamo un piccolo elenco di cose che ci sono piaciute e informazioni che possono tornare utili a chi non è mai stato in crociera.

Non pretendiamo certo di pubblicare la Bibbia del Crocerista con una sola esperienza alle spalle, ma alcuni consigli ricevuti da amici e recuperati qua e là sul web prima di salpare, si sono rivelati preziosi e ci hanno fatto vivere al meglio la nostra vacanza a bordo.

PRENOTAZIONE – Il sito www.costacrociere.it è molto utile per una panoramica completa dell’offerta e per un primo preventivo. Per finalizzare c’è un eccellente SERVIZIO TELEFONICO 24 ore su 24, dove signorine gentilissime e preparatissime rispondono a domande sceme come le mie anche in piena notte e guidano il cliente passo passo all'acquisto della sua crociera ideale.

A Savona sono presenti diversi PARCHEGGI remoti con servizio navetta, oppure è possibile parcheggiare la macchina al porto in convenzione con la compagnia, con servizio scarico e trasporto bagagli in cabina incluso. La differenza di prezzi non è molta.

2 VACANZE IN 1 - A meno che non siate i fortunati possessori di uno yacht o di un veliero, non so quante altre occasioni esistano per poter vivere a bordo da pascià con tutti i comfort, spostarsi per mezzo Mediterraneo senza dover guidare o prendere 4/5 aerei di fila, fare e disfare bagagli e poi poter decidere ogni mattina se godersi pigramente la vita a bordo o sbarcare senza pensieri e affidarsi alle cure esperte delle gite organizzate o esplorare ogni volta una località diversa in completa autonomia (questo però dipende molto anche dalle tappe scelte).

CHIEDI E TI SARÀ DATO - La gentilezzza del personale è quello che consideriamo il vero lusso di questa vacanza, tutto è studiato per farti sentire a proprio agio e coccolato. E se qualcosa non va, basta chiedere e qualunque membro dell'equipaggio si adopererà per risolvere il problema.

Abbiamo scoperto che a bordo lavora un piccolo esercito di 1100 persone, dai ballerini, ai panettieri che sfornano pane e brioche fresche, dagli chef agli idraulici (testato personalmente: tubi del bagno intasati alle 23 passate, una telefonata e 10 minuti dopo il guasto era risolto... Ma quando mai nella vita reale???).

5000 E NON SENTIRLI - Siamo una famiglia a cui piace il viaggio fai-da-te, ci piace prenderci i nostri tempi e i nostri spazi e abbiamo sempre pensato alla crociera come un'enorme villaggione turistico, in cui ti trovi costretto da orde di animatori a giocare al gioco della pignatta e a bingo dalla sera alla mattina. Niente di più sbagliato! O meglio se vuoi giocare a bingo c'è un tavolo sempre disponibile al casinò e gli animatori ti aspettano sul ponte principale, ma ognuno è liberissimo di viversi la propria vacanza come meglio preferisce, senza mai provare la sgradevole sensazione di affollamento. 

BIMBI A BORDO - Le famiglie coi bambini sono davvero le benvenute a bordo: babyclub 9-24, PeppaPig e il suo mondo, giochi e intrattenimento, menù ad hoc e soprattutto tanta gentilezza e pazienza da parte di tutto il personale.

QUALITÀ E QUANTITÀ - In tutta onestà non ci aspettavamo che per essere un pacchetto all-inclusive, il menù fosse così estremamente variegato e di ottima qualità. 

A colazione si può scegliere tra il ristorante à la carte e il self-service un po' più affollato, ma che sembra il paese di Bengodi tanta è l'offerta.

A pranzo, oltre al ristorante à la carte (aperto solo nei giorni di navigazione) e il fornitissimo buffet, ci sono piccoli chioschi a bordo piscina dove poter prendere hamburger, patatine, insalata, panini, se si è troppo pigri per allontanarsi dal lettino.

Il ristorante serale (sulla nave ce ne sono 2, oltre a quelli a pagamento) offre un ricco menù à la carte con piatti diversi ogni sera e ispirati a diverse Regioni italiane. Non manca il menù dedicato ai bambini corredato da piccoli giochi per ingannare l'attesa.

L'ALL-INCLUSIVE si riferisce al CIBO, colazione, pranzo, merenda e cena, la qualità è altissima e la scelta ampissima. 

Il BERE, acqua ai pasti e alcune bevande a colazione a parte, va dunque acquistato separatamente. Si può decidere di pagare a consumo, o di acquistare i pacchetti con un tot numero di bevande, o ancora bevande al bicchiere illimitate solo ai pasti o a tutte le ore. Per queste ultime 2 tipologie è obbligatorio che il pacchetto venga sottoscritto da tutti gli occupanti della cabina (i minori pagano meno e ovviamente non possono ordinare gin tonic). L'acquisto si può fare in anticipo sul sito, al telefono, oppure direttamente a bordo, dove potreste trovare un certo margine di... trattativa!

NB: è fortemente sconsigliato, se non addirittura vietato, introdurre bevande a bordo.

La COSTA CARD viene consegnata a ciascun passeggero all’imbarco e sarà il passpartout per il resto della crociera.

Una volta a bordo bisogna decidere se collegarla a una carta di credito o a una cauzione in contanti poiché servirà per QUALSIASI acquisto, dunque ATTENZIONE GENITORI: i furbetti imparano presto a capire che basta avvicinarla al display del biliardino per comprare una partita, valutate fin da subito se al momento della registrazione, la tessera dei vostri figli vada o no autorizzata all’acquisto.

I PACCHETTI TURISTICI organizzati da Costa Crociere sono scontati, se si decide di prenotarli entro la sera stessa in cui si sale a bordo, sicuramente un'offerta da tenere a mente.

Noi ci siamo sempre mossi in autonomia, ma i nostri vicini di camera ci hanno assicurato di essersi trovati molto bene.

Anche la giornata “CAPITANO/PRINCIPESSA” rientra tra le offerte a pagamento, ci sono diversi livelli di costo in base alla scelta di noleggiare o acquistare vestiti e accessori. Per il secondo fratello è previsto uno sconto del 40%, non male!

Staccate la CONNESSIONE DATI appena prendete il largo o appena vi agganciate al teleoperatore marittimo rischiate di pagare uno sproposito anche solo per ricevere involontariamente un sms (scene di vita vissuta). Anche in questo caso esistono pacchetti a pagamento per rimanere ONLINE senza spiacevoli sorprese.

Organizzate i TEMPI DI RIENTRO A BORDO soprattutto se avete bambini piccoli.

In alcuni porti, a noi è successo a Palma di Maiorca, è vietato entrare con mezzi di trasporto (taxi compresi) a meno che non si tratti di disabili o dei pullman autorizzati. Bisogna dunque camminare dall'ingresso all'imbarco anche per 10 minuti buoni.

Oppure può accadere che ci siano i metal detector anche prima di salire (a bordo invece dovrete passarlo sempre e comunque) e che ci sia qualche fila di troppo.

Bene, speriamo vivamente che vi divertiate tanto quanto noi e non ci resta che augurarvi…

                                                         Vento in poppa!

di Mara Timpano

Tags: viaggiare,, bambini,, vacanze

Stampa Email

Commenti   

0 #1 Antonella 2016-07-30 14:13
Caspita mi è venuta davvero voglia di salire a bordo....nonostante la mia fifa blu per il mare aperto ;-)
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

T-shirt Mamma occhi a cuore

  • T-shirt Fall in chocolat

    Illustrazione di Sara Bassanelli Continua a leggere la storia e se vuoi ordinare la maglietta scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Read More
  • T-shirt: Sei una brava mamma

    Frase di Lucia 3 anni Grafica di Mara Continua a leggere la storia e se vuoi ordinare la maglietta scrivi
    Read More
  • T-shirt Aggiustando cuori e...#potachemuro!

    Questa maglietta ha ben due storie che vi voglio raccontare. Una bislacca per ridere un pò e l'altra racconta il
    Read More
  • All
  • Amici A Quattro Zampe,
  • Favole,
  • Illustrazioni,

SEGUIMI SU INSTAGRAM  


Qui, impieghiamo i cookies per semplificare il tuo uso di questo sito.