La triste storia di un paio di scarpe nuove.

 

C’era una volta una mamma che indossava sempre e solo scarpe da ginnastica, ballerine e scarpacce da battaglia per portare i cani a camminare, ed erano sempre infangate.

Un bel giorno, in vista del suo quarantatresimo genetliaco, decise che si sarebbe regalata un bel paio di scarpe nuove con il tacco.

Quel pomeriggio di sole, la mamma e la sua adorata figlia maggiore uscirono a fare shopping.

La scelta cadde su un delizioso negozio del centro, la mamma adorava quel piccolo negozio pieno di colore e luce.

 

Entrarono, c’era un profumo d’incenso buonissimo, il Palo Santo, la figlia maggiore adocchiò le scarpe che la mamma stava cercando e indicò a colpo sicuro un color laguna che mai lei avrebbe scelto. Ma si sa, le mamme cercano sempre di accontentare le loro adorate figlie e così decise di provarle. Quel giorno indossava una camicia azzurro carta da zucchero con dei piccoli fiorellini bianchi, comprata in un minuscolo negozio sull’oceano francese.

Fu un colpo di fulmine, tutto era perfetto … quello strano color laguna delle scarpe le calzava a pennello.

Uscirono dal negozio sorridenti, la mamma si sentiva così femminile, così bella, con quello stacco di coscia lunga si sentiva ancora più alta. Era da tanto che non si comprava nulla.

Arrivarono a casa e le altre due sorelle rimasero meravigliate nel vedere la mamma con quelle belle scarpe color laguna: “Che bella che sei mamma con le scarpe con il tacco” le disse la piccola.

Di solito la mamma vestiva con scarpacce basse e agli occhi delle bambine era diventata una principessa.

La piccola Lulù, grande intenditrice di scarpe con il tacco, le chiese subito: “Mamma posso provarle?”

Così senza neanche lasciarle il tempo di rispondere le la stava già slacciando il cinturino, e veloce come una volpe, se le infilò ai piedi.

Era tanto felice di vedere finalmente la mamma decentemente vestita, tanto da farsi avanti con la seconda richiesta:

E poi aggiunse:"Devi anche mettere il golfino blu!".

La mamma sorrise, quella piccola bambina aveva già le idee belle chiara.

Le salì però lentamente anche il dubbio che forse le stava dicendo qualche cos'altro del tipo “Eddai mamma tirati insieme quando vieni a prendermi a scuola, non fami fare figuracce!”.

Terribile nanetta!

Per ben due lunghi giorni tutto fu perfetto,la mamma tutta carina con le sue alte scarpe color laguna, andò alla scuola materna a prendere Lulù e fece la “ganasa” con le sue belle scarpe! Selfie in ascensore, forografie dei piedi e soprattutto rimirava gli occhi compiaciuti della sua nannetta.

                                       

Il terzo giorno, rientrate da scuola, Lulù le chiese nuovamente di indossare i “tacchi nuovi”. La mamma acconsentì, la vedeva gironzolare x casa con il suo vestitino rosa pieno di brillantini, tutta felice.

Venne sera, la mamma nel frattempo si era scordata delle scarpe color laguna; aveva svolto qualche faccenda domestica, aveva aiutato le altre due figlie nei compiti e aveva imbastito la cena. D’un tratto vide passare Lulù a piedi nudi, il tacco pesante che si trascinava sul parquet a ben pensarci era cessato da un bel po’, forse anche troppo tempo!

Venne assalita da un terribile presentimento... le scarpe abbandonate chissà dove in casa, in balia di Eolo, il divoratore assassino di qualsiasi oggetto si trovi alla sua portata.

Si alzò di scatto dalla sedia, fece qualche passo a gamba tesa nel tentativo di essere più efficace nella ricerca, saltò con tutta la grazia di cui disponeva il piccolo pianoforte giocattolo posizionato a mò di ostacolo proprio in mezzo alla sua traiettoria, schiacciò goffamente qualche nota stonata… e poi lo vide.

Eolo, il cucciolo devastatore di 6 mesi, se ne andava in giro trionfante, con la bella scarpa in bocca. Il color laguna era difficile da intravedere, dalle sue fauci emergeva solo il tacco.

La mamma si scagliò come una furia sul povero cucciolo indifeso, lottarono brutalmente per alcuni secondi, finchè il cane si arrese a cotanta forzadonna e mollò la presa.

      

Ecco come le apparve la sua bella scarpa, con ancora i peli del cane attaccati.

Lo sconforto fu tanto, le lacrime iniziarono a scendere sul viso.

Il suo sguardo infuocato si diresse verso il cane ... ma lui quel cucciolone di quasi 30 kg la guardava con aria spaesata come a dire: "Che è successo? Ho fatto qualche cosa? Perchè sei triste?".

Le diede una leccata sbausciata sulla faccia, le mise la sua zampona delicatamente sulla mano e le si appoggiò sul fianco quasi a chiederle scusa.

Quel gesto dolce del cane le fece sgiogliere il cuore, gli diede un bacio, una grattatina sul muso, si abbracciarono e lei si alzò tenendo in mano la sua scarpa mangiucchiata.

La mamma si girò verso Eolo, i loro occhi si incrociarono e gli disse" Fallo ancora una volta e giuro che ti strozzo!".

Lui sbuffando si sdraiò... tanto sapeva che non era vero.

Fine

 

Grazie di cuore a Daniela, del bellissimo negozio Flamingo di Bergamo, per la foto.

 Ti potrebbe interessare anche:

FATTORE MAMMA AWARD 2016

POTERE LUCCICANTE DEI BRILLANTINI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags: racconti,, donna,, amiciaquattrozampe

Stampa Email

Commenti   

0 #2 Arianna 2016-05-05 22:34
Questi cuccioli sono tremendi ... ma irresistibili ! :lol:
Citazione
+1 #1 Cristina 2016-04-28 14:23
ahahha ...Ecco stessa scena a casa nostra..solo che le hawaianas di mio marito sono durate mezzagiornata!!!!!!!!!!!!!!!!! :lol: :lol:
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

T-shirt Mamma occhi a cuore

  • T-shirt Fall in chocolat

    Illustrazione di Sara Bassanelli Continua a leggere la storia e se vuoi ordinare la maglietta scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Read More
  • T-shirt: Sei una brava mamma

    Frase di Lucia 3 anni Grafica di Mara Continua a leggere la storia e se vuoi ordinare la maglietta scrivi
    Read More
  • T-shirt Aggiustando cuori e...#potachemuro!

    Questa maglietta ha ben due storie che vi voglio raccontare. Una bislacca per ridere un pò e l'altra racconta il
    Read More
  • All
  • Amici A Quattro Zampe,
  • Favole,
  • Illustrazioni,

SEGUIMI SU INSTAGRAM  


Qui, impieghiamo i cookies per semplificare il tuo uso di questo sito.