• Homepage
  • Life
  • Lifestyle
  • Il sisma, l'impotenza, la paura. Una speranza, l'intelligenza umana

Il sisma, l'impotenza, la paura. Una speranza, l'intelligenza umana

di Giada Fornaciari 

Sono le 7,40 e sto facendo colazione.

Mio marito è appena uscito per la sua corsetta mattutina, i miei bambini dormono sereni ed il mio cane mi siede accanto con sguardo languido come sempre.

E’ domenica, giorno di riposo, di campane che suonano a festa, di ragù, di pranzi coi parenti, di dolcetti a fine pasto, di cinema e pop corn, di amici e di risate. Nel silenzio della mia cucina, con le tapparelle ancora abbassate, cerco compagnia su facebook per qualche minuto, giusto il tempo di mangiare il mio yogurt e la mia fetta di torta alle pere.

Qualcosa però va storto.

Contemporaneamente leggo decine di messaggi provenienti da varie parti d’Italia.

La terra trema. Ancora. La terra non dà tregua. In pochi secondi tutti i progetti di persone come me, come noi, crollano insieme ai sogni già zoppi da qualche mese.

Io sto bene, io non ho sentito nulla, io ho ancora un tetto sulla testa e le mie certezze ancora in piedi. Ma ho paura. Guardo le fotografie appese alla parete, i disegni dei miei bambini rimasti sul tavolo da ieri pomeriggio, la lista della spesa ancora da fare.

Guardo tutto com’è e come poteva essere fino a pochi minuti fa la vita di chi si è sentito inghiottito ancora una volta da un boato, una scossa troppo forte, un mostro contro il quale nessuno può vincere. Chi ha messo a letto i propri figli ieri sera, rassicurandoli sulle proprie paure, cosa potrà mai dire adesso per calmare i singhiozzi di quei bambini travolti dall’orrore?

Quanti affanni per nulla, quante idee divorate dalle terra impazzita, quante inutili aspettative buttate giù in un secondo come birilli in uno strike.

Siamo niente.

Continuo a ripetermelo per non scordarlo. Noi non siamo padroni di nulla, neppure della vita. La nostra è ancora intera, terrorizzata ma c’è. La vita di qualcun altro è mutilata, persa, sotterrata.

Ho sentito gente pregare, invocare Dio e Santi e mi chiedo come la fede possa restare immutata dopo simili tragedie.

Viaggiavo felice stamattina, su pensieri liberi di esprimersi in un giorno di festa. Cercavo solo lo spunto per alleggerire il bagaglio di riflessioni accumulate negli ultimi giorni.

Pensavo ad Arianna, al suo blog, alle chiacchiere fra mamme, alla forza delle donne, alle figlie femmine, alle giornate difficili. Poi la terra si è mossa portandosi via i miei bei progetti di scrittura.

"Non mi piace perdere il controllo della situazione

Non ho mai bevuto, non mi sono mai drogata per questo motivo.

Ho sempre voluto essere lucida, capace di decidere cosa fare di me. Mentre penso che non sia servito a nulla arriva lui, un articolo scritto da un architetto famoso e con gli attributi.

Lo leggo, tutto d’un fiato.

Lo leggo perché parola dopo parola lui accende in me quella speranza che il mostro aveva distrutto.

"Non è vero che non siamo nulla, abbiamo un’arma infallibile: l’intelligenza.

Renzo Piano me lo ricorda, mi apre gli occhi, mi spinge a credere ancora che non serve tentare di controllare gli eventi naturali, non ne siamo capaci, ma possiamo difenderci.

Le nostre case sono il nostro rifugio, raccontano chi siamo, ci proteggono. Non devono inghiottirci. Le nostre case sono importanti, vanno protette, curate, coccolate. Come un qualsiasi altro monumento storico. Perché le case sono la nostra memoria.

Allora piuttosto che seminare panico, a quello ci pensa già la natura ribelle, l’uomo CAPACE deve difendere la dignità di tutti, con i mezzi che la sua intelligenza gli ha dato. Non dovremmo più scuotere la testa di fronte al mostro cattivo ma affidarci alle competenze di chi non parla di fatalità ma di trascuratezza. Ognuno di noi ha il diritto di dormire sereno, di mettere a letto i propri figli e di ritrovarli lì, esattamente dove li ha lasciati.

Vivi.

Se vuoi approfondire l'articolo di Renzo Piano leggi: «La terra trema, ecco il mio progetto»

 

Giada Fornaciari

 

Tags: emozioni, paura

Stampa Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

T-shirt Mamma occhi a cuore

  • T-shirt Fall in chocolat

    Illustrazione di Sara Bassanelli Continua a leggere la storia e se vuoi ordinare la maglietta scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Read More
  • T-shirt: Sei una brava mamma

    Frase di Lucia 3 anni Grafica di Mara Continua a leggere la storia e se vuoi ordinare la maglietta scrivi
    Read More
  • T-shirt Aggiustando cuori e...#potachemuro!

    Questa maglietta ha ben due storie che vi voglio raccontare. Una bislacca per ridere un pò e l'altra racconta il
    Read More
  • All
  • Amici A Quattro Zampe,
  • Favole,
  • Illustrazioni,

SEGUIMI SU INSTAGRAM  


Qui, impieghiamo i cookies per semplificare il tuo uso di questo sito.